Unico, impressionante, misterioso: questi sono gli epiteti con cui possiamo descrivere brevemente il protettore della città di Sebenico, la Fortezza di San Nicola. Come la chiave che chiude l’ingresso al Canale di Sant’Antonio, per secoli ha difeso la città di Sebenico e la foce del fiume Krka fino a Skradin, e il fatto che la città non è mai stata attaccata dal mare testimonia quanto ha impressionato i suoi avversari.

Questa imponente guardia marina è parte integrante del sistema difensivo veneziano, creato tra il XV e il XVII secolo, e solo nel 2017 entra nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.
La Fortezza rinascimentale si trova sull’isolotto di Ljuljevac all’ingresso del Canale di Sant’Antonio e deve il suo nome al piccolo monastero benedettino di San Nicola che si trovava sull’isolotto. Il monastero fu distrutto per realizzare la fortezza secondo il progetto di Giangirola Sanmicheli. Sanmicheli progettò una fortezza di forma triangolare, raro esempio di architettura difensiva dell’epoca, costruita in pietra bianca e mattoni. L’unicità della fortezza risiede nella conservazione della sua forma originale ed è un esempio di un edificio classico veneziano isolato sul mare, ed è riconosciuto come un monumento eccezionale del patrimonio architettonico mondiale.


Paura e tremore dei nemici
La costruzione iniziò nel 1540 dopo la caduta della città di Skradin sotto il dominio turco e fu l’intervento della Repubblica di Venezia per proteggere una delle città più importanti dell’Adriatico – Sebenico.
Un fatto interessante è che la fortezza non ha mai effettivamente svolto la sua funzione di difesa attiva. Nessun cannone militare ha mai sparato contro i nemici, ma la costruzione stessa e il suo aspetto imponente sono stati sufficienti per spaventare i nemici e proteggere così la città di Sebenico.
Due anni dall’ingresso nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, ha iniziato il progetto di valorizzazione turistica della Fortezza di San Nicola, che mirava a consentire visite turistiche alla Fortezza. Grazie a questo progetto, dopo una lunga preparazione dell’edificio, la Fortezza di San Nicola è aperta a tutti i visitatori interessati e amanti di particolari esempi di architettura rinascimentale. Oggi, l’isolotto di Ljuljevac può essere raggiunto con una barca da escursione dal lungomare di Sebenico.


Prepara le lenti
La visita alla fortezza è un’esperienza unica che dura 2 ore e include la navigazione attraverso il Canale di Sant’Antonio con la vista più bella di Sebenico, con guide esperte e guide multimediali su tablet che forniscono informazioni sulla posizione in otto lingue del mondiali, compresi i punti di realtà aumentata (AR) e un videogioco che sono ugualmente interessanti per tutte le generazioni.

L’autunno è il momento ideale per visitare questa bellezza di Sebenico sotto la protezione dell’UNESCO. Il tempo è ancora bello e non troppo caldo per godersi il giro in barca. Oltre a imparare tutto sulla storia della Fortezza e sul suo significato nel corso della storia, preparati per una bellissima vista panoramica dal mare della città di Sebenico, un giro in barca attraverso il Canale di Sant’Antonio, che fa parte di un paesaggio ricco di flora e fauna mediterranea, dove il fiume Krka incontra il mare, e le scogliere del canale nascondono numerosi monumenti storici e culturali.


Trova il tuo alloggio ideale sulla riviera di Sebenico sul nostro sito web Adriagate.com e assicurati di visitare la Fortezza di San Nicola durante le tue vacanze in Dalmazia e scopri perché è una parte unica del patrimonio culturale mondiale sotto gli auspici dell’UNESCO. Maggiori informazioni su questo e altri luoghi interessanti della Dalmazia sono disponibili sul nostro sito web. La costa croata ha molte importanti attrazioni culturali e numerosi gioielli storici e architettonici unici al mondo. Scoprili tutti e prenota subito un alloggio sulla costa adriatica. 😊

Esplora la nostra offerta e prenota l’alloggio perfetto

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here