Segni nazionali Croazia

La bandiera della Repubblica di Croazia è composta da tre colori (rosso, bianco e blu) con lo stemma della Repubblica di Croazia nel centro. Le proporzioni tra la larghezza e la lunghezza della bandiera sono 1:2. I colori della bandiera sono posti orizzontalmente e arrangiati in questo ordine: rosso, bianco e blu. Ogni colore copre un terzo della larghezza della bandiera. Lo stemma della Repubblica si trova nel centro della bandiera in modo che la parte superiore dello stemma (la corona) entra nella parte rossa della bandiera e la parte inferiore nella parte blu della bandiera. Il punto centrale dello stemma corrisponde al punto nel quale si incrociano le diagonali della bandiera. È stata adottata il 21. dicembre 1990.

Lo stemma della Repubblica di Croazia è lo stemma storico croato fatto in forma dello scudo. È diviso orizzontalmente e verticalmente in 25 campi di colore rosso e bianco (argento). Il primo campo nell'angolo superiore sinistro è di colore rosso. Sopra lo scudo si trova la corona con cinque punti che connettono a destra e a sinistra la parte superiore dello scudo. Nella corona si trovano cinque scudi più piccoli con gli stemmi storici, ordinati da sinistra a destra, in questo modo: il più vecchio conosciuto stemma croato, gli stemmi della Repubblica di Dubrovnik, Dalmazia, Istria e Slavonia.

Gli stemmi nella corona

  • - Il più vecchio conosciuto stemma croato ha nello scudo un campo blu che nel centro ha una stella gialla (dorata) (stella mattutina con la luna bianca (argentata) cosiddetta Leljiva)
  • - Lo stemma della Repubblica di Dubrovnik ha nello scudo sul campo blu due travi rosse
  • - Lo stemma della Dalmazia ha nello scudo sul campo blu tre gialle teste di leopardo (oppure di leone o di lince) incoronate. In un periodo della storia croata questo stemma funzionava come lo stemma croato
  • - Lo stemma dell'Istria ha nello scudo sul campo blu una capra gialla (dorata) voltata verso sinistra con le corna e gli zoccoli rossi.
  • - Lo stemma della Slavonia ha nello scudo sul campo blu due travi bianche (agentate), e tra esse c'è un campo rosso nel quale cammina una faina. Nella parte superiore del campo blu c'è una stella gialla (dorata). Tutto lo stemma ha il bordo rosso.

La leggenda dello stemma

La croazia ha un'importante tradizione del quadretto della scacchiera. L'inizio appartiene alla leggenda che si riferisce allo stemma croato „scacchiera„. Il campione dei quadrati bianchi e rossi (4x4) si menziona per la prima volta come lo stemma croato nel 1508 sul ritratto di Federico III. Asburgico, dipinto da Hans Burgkmair. Sul documento con il quale il Parlamento il 1. gennaio 1527. conferma la scelta di Ferdinando Asburgico per il re croato si trova la scacchiera completa con 8x8 campi. Dopo è nata la leggenda che il re croato Držislav (si menziona anche il nome di re Suronja), fatto prigioniero da Veneziani, ha giocato la gara di scacchi con il doge Petar II. Orseolo. Ha vinto tutte le tre gare e con questo ha conquistato la libertà, e secondo alcune versioni anche il governo delle città dalmate. Dopo questo ha messo la scacchiera nel suo stemma.

L'inno della Repubblica di Croazia

L'inno della Repubblica di Croazia si chiama „Bella nostra patria“. L'autore del testo è Antun Mihanović. La canzone è stampata per la prima volta nella rivista Danica nel 1835. con il titolo „Horvatska domovina“. Josip Runjanin come alievo a Glina l'ha musicata nel 1846 e la sua melodia, secondo la leggenda, è stata armonizzata da V. Lichtenegger nel 1861. È cantata per la prima volta come inno croato con il titolo „Bella nostra“ in occasione della mostra della società economica della Croazia e Slavonia nel 1891.

Members of
Croatian National Tourist Board
Association of Croatian travel agencies
Simply the best
Travelife - Sustainability in tourism
Trova nel Suo inbox il meglio che la Croazia ha da offrire!
La ringraziamo! Indirizzo d'e-mail è impreciso!