Presto festeggiamo la più importante festa cristiana, il giorno della risurrezione di Gesù Cristo. La Pasqua si celebra ogni anno in una data diversa e ricade nel periodo compreso tra il 22 marzo e il 25 aprile. Il periodo che precede la Pasqua si chiama Quaresima e dura 40 giorni. L’ultima settimana di Quaresima è chiamata Settimana Santa e inizia con la Domenica delle Palme. La celebrazione della Pasqua è legata a una serie di simboli, in particolare decorazione delle uova di Pasqua. Altri simboli sono polli, conigli e dolci.

Decorazione delle uova di Pasqua

In molti paesi, tra cui la Croazia, vi è una tradizione di decorare le uova di Pasqua. Nel passato le uova sono state decorate con colori naturali usando buccia della cipolla, barbabietole, spinaci, tuttavia, oggi la tradizione non è più mantenuta. Anche, le uova sono state decorate con la paglia. C’è un’altra usanza legata alle uova di Pasqua – gli “scontri” con le uova che si tiene in diverse parti della Croazia. Le uova vengono colpite una contro altra, e il vincitore è colui di cui l’uovo, dopo tutte queste “battaglie”, non è rotto.
In alcune parti le uova di Pasqua servivano anche come un dono tra le coppie, così c’è anche un detto interessante “questo è un uovo per un bacio“. A Dubrovnik, le ragazze regalavano le uova ai loro fidanzati, e alla futura suocera la treccia di pasta.

Cibo

Venerdì santo è il giorno di digiuno dal cibo e di astinenza dalla carne il che significa che si mangia il cibo a basso contenuto di grassi e pesce. Nella parte continentale della Croazia si preparano i piatti come fagioli, frutta cotta, pasta con noci e semi di papavero e carpa e luccio. In Dalmazia e Istria si preparano i piatti di frutti di mare e di diversi pesci. Si mangia tre volte al giorno, una volta a sazietà e due volte solo simbolicamente. Prima di mangiare il cibo viene benedetto nelle chiese durante la messa di Pasqua. Nella parte continentale della Croazia si benedice il pane bianco e nella regione costiera il pane di Pasqua. La domenica di Pasqua si tradizionalmente mangia prosciutto e dolci, tutta la famiglia si riunisce per un grande pranzo: nella Croazia continentale i piatti tipici sono a base di agnello o pollo, mentre nella ragione costiera si serve il miglior pesce bianco.

Falò di Pasqua

Il falò di Pasqua in passato rappresentava la tradizione degli incontri nel villaggio quando si cantavano le canzoni e si celebrava la Pasqua. Tutto questo accadeva intorno al fuoco – luce: il simbolo di Cristo. In Croazia nord-occidentale il Sabato Santo i cristiani preparano il fuoco tagliando pietra su pietra. Quando il fuoco è acceso, i Cristiani portano a casa un pezzo di legno cioè il fuoco sacro.

Le raganelle e le battole

La tradizione delle raganelle e delle battole è una delle antichissime tradizioni, diffusa, soprattutto, nella Dalmazia Centrale e Konavli. Il meccanismo si differenzia da una regione all’altra, e sull’isola di Krk è costruito in questo modo: sul bordo di un’asse di legno, lunga circa 30 cm, si legano delle piastrine di metallo che pendendo, con l’alzare e l’abbassamento della battola, emettono un suono forte. Invece, in altre zone, si costruiscono delle raganelle, cioè dei perni di legno sui quali viene montata una piccola ruota con dei denti in metallo, che strisciando producono un forte rumore stridente.

Image source: narodni.net

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here